OSIRIS

ABERROMETRO

Se nella vostra pratica clinica sentite il bisogno di spostare il target dal quantitativo al qualitativo, la conoscenza delle aberrazioni di alto ordine, oltre che della mera refrazione, diventa un must be. Per questo motivo le informazioni fornite da Osiris, aberrometro oculare totale, diventano indispensabili per la corretta valutazione di pazienti critici che presentano, oltre ai tradizionali difetti di basso ordine, anche aberrazioni oculari più complesse. Differentemente da ogni altro aberrometro, Osiris è in grado di misurare le aberrazioni con una risoluzione di 45.000 punti (al massimo diametro pupillare) e con un’ampia dinamica, grazie all’utilizzo di un sensore piramidale. Il dispositivo è inoltre in grado di misurare il wave-front totale in tempo reale con un frame rate fino 33 immagini al secondo: tale peculiarità rende possibile la misura di tutti i fenomeni non stazionari quali ad esempio le variazioni del potere e delle aberrazioni durante le fasi di accomodazione.

SOFTWARE ANALISI PER ABERRAZIONI

Lo strumento si integra con il software Phoenix, offrendo una vasta gamma di opzioni di analisi, quali le mappe di errore refrattivo e le simulazioni visive (PSF, MTF e convoluzione con ottotipo), che aiutano il clinico nella comprensione e spiegazione del disagio visivo del paziente. Perfettamente integrabile con le mappe topografiche di altri strumenti prodotti da CSO, combinando le aberrometrie totali con quelle corneali di Antares, Sirius o MS-39 è possibile calcolare la componente interna del fronte d’onda e, ad esempio, valutare l’impatto di un impianto torico sulla visione.  

ACCOMODAZIONE DINAMICA

La misura  in tempo reale del forte d’onda oculare, risulta indispensabile durante la valutazione delle fasi accomodative. Modalità di esami personalizzabili (rampe o onde quadre) sono disponibili per valutare le capacità di messa a fuoco per vicino del paziente.  

ASSISTENTE PER LENTE TORICHE

Per la valutazione delle performances di un impianto torico la combinazione di topografia corneale, importata da tutti i dispositivi di cheratografia CSO e aberrazione oculare, consente di distinguere se l’eventuale residuo astigmatico sia a carico di una rotazione della lente o di un errato calcolo.  

SCHEDA TECNICA

Trasferimento dati: USB 3.0
Alimentazione: alimentatore esterno 24 VCC In: 100-240Vac - 50/60Hz - 2A - Out: 24Vdc - 100W
Cavo di rete: con presa C14
Dimensioni: 425 x 315 x 265mm
Peso: 5.8Kg
Escursione mentoniera: 70mm ± 1mm
Altezza minima poggia-mento da piano di lavoro: 24cm
Movimento base (xyz): 105 x 110 x 30mm
Distanza di lavoro: 78mm
SORGENTI LUMINOSE  
Aberrometro Led @850nm
Fissazione Led @450-650nm
ABERROMETRIA  
Punti misurati alla massima pupilla 45000
Risoluzione spaziale 41μm
Range pupillare 2-9mm
Range diottrico sph da -25D a +15D; cyl fino a 10D
Ripetibilità 0.05D su occhi di prova
Compatibile con lo standard DICOM v3 (IHE integration profile EYECARE Workflow)
   
REQUISITI MINIMI DI SISTEMA  
PC: 4 GB RAM - Scheda Video 1 GB RAM (non condivisa) risoluzione 1024 x 768 pixels - USB 3.0 type A Sistema operati vo: Windows XP, Windows 7 e Windows 10 (32/64 bit).