img news cso_16456028953371.jpg

L'OTTICO

CSO Italia: nuovo investimento per la crescente richiesta del mercato


L’azienda fiorentina nota nel settore oftalmologico mondiale domina la ripresa post-pandemia,
determinata a rispondere alle esigenze dei clienti e del mercato. Un traguardo raggiungibile grazie
a un investimento importante nella ricerca, nelle linee di produzione e nell’estensione dello
stabilimento.

Firenze, 22 novembre 2021 – «Investire nell’azienda significa essere lungimiranti e ottimisti. Ma
anche gli investimenti devono seguire una strategia per portare ritorni e successo. Su queste basi
abbiamo ampliato la nostra officina meccanica, rendendola più performante, attrezzata con le
migliori macchine a controllo numerico e tecnologia 4.0, pronta per soddisfare le richieste del
mercato». È l’affermazione di Veronica Mura – CEO di CSO Italia, azienda specializzata nella
produzione e distribuzione sul mercato italiano ed estero di strumentazione per l’allestimento
completo di studi oculistici e di centri ottici – a distanza di qualche settimana dall’inaugurazione del
nuovo “capannone avanguardistico” adibito a officina meccanica. Tremila metri quadrati di pura
tecnologia che vanno ad aggiungersi ai 10 mila nei quali CSO già opera e che ospitano non solo
macchine per la produzione, bensì menti brillanti per uno sviluppo di prodotto sempre più evoluto e
sofisticato.

Un concetto in linea con la visione di CSO Italia, che ripone il segreto del successo nello studio e nella
ricerca continui per offrire risposte concrete alle richieste del mercato europeo, asiatico e americano,
riponendo una grande attenzione alle normative dei vari paesi.

«La produzione CSO necessita di manodopera specializzata e di esperienza – prosegue Veronica Mura
- La nostra è una meccanica di precisione quindi il capitale umano è essenziale. Avere dei collaboratori
professionali è una condizione irrinunciabile per la nostra azienda».

La realizzazione della nuova officina meccanica testimonia una fase di crescita dell’azienda che,
nonostante il rallentamento delle attività durante l’emergenza da Covid-19, non ha perso tempo nel
periodo post-pandemia per recuperare e affermarsi leader di settore. Nell’enorme stabilimento di
CSO oggi gli ingegneri e i programmatori specializzati realizzano strumenti innovativi quali tomografi
e topografi corneali, lampade a fessura, fundus camera, Scheimpflug camera, nonché il microscopio
endoteliale, pronti per essere esportati in tutto il mondo.

«Per ottenere successo dobbiamo fare quello che gli altri non fanno e farci trovare pronti per ripartire
migliori di prima. Avere una officina meccanica all’avanguardia, moderna, funzionale e confortevole
per CSO è una marcia in più rispetto alla concorrenza. Un investimento non indolore ma necessario.
Siamo certi che ci ripagherà».


Il periodo post-pandemia per CSO non è caratterizzato solo dall’espansione dello stabilimento:
l’azienda ha ripreso con fervore gli eventi in presenza e la propria azione di responsabilità sociale
con visite gratuite nel mese della vista attraverso una unità mobile attrezzata e un progetto di
supporto gratuito per gli anziani all’interno delle case di riposo.

 

VAI ALLA NEWS